Olha Vozna - Ucraina

Il programma è stato realizzato in collaborazione con il Ministero dell'Interno - Dipartimento per le Libertà Civili e l'Immigrazione

e con il cofinanziamento del Fondo Asilo Migrazione e Integrazione 2014-2020



India

    » Segnala ad un amico

    Jatinder Singh, 47 anni, ha lasciato il Punjab quando gli scontri fra i Sikh, e il governo centrale di Delhi, sembravano non avere fine, era il 1994. Laureato in ingegneria elettronica a Bangalore (detta la Silicon Valley dell’India), in Italia ha lavorato per dieci anni in una fattoria di Lodi.

    Agricoltura, allevamento e soprattutto produzione di formaggio, gli hanno permesso di mantenersi e aiutare la famiglia in India. Poi ha deciso di mettersi in proprio. Ora ha un’agenzia di viaggi, tre negozi di alimentari e abbigliamento indiano, oltre che due campi dove coltiva spezie, sempre per la cucina indiana.

    Jatinder ci introduce alla scoperta dei Sikh d’Italia. Fra le comunità stranieri, la loro è considerata una delle meno appariscenti. Forse anche perché i Sikh sono troppo impegnati nel lavoro. Se incrociassero le braccia, si fermerebbe ad esempio la produzione di un’eccellenza italiana: il formaggio Grana. I 70 mila Sikh d’Italia, vivono soprattutto nella Pianura Padana e nel Lazio, in provincia di Latina.

    Jatinder poi, guida Davide Demichelis nella sua regione d’origine, il Punjab. E’ la terra dei cinque fiumi, nel nord dell’India, una delle zone più fertili del mondo. Qui, Jatinder fa conoscere a Davide la sua numerosa famiglia, la sua terra e lo spettacolare Tempio d’Oro, il luogo più sacro per i Sikh.

    Rai.it

    Siti Rai online: 847