Davide Demichelis

Conduttore-Autore

    » Segnala ad un amico

    La prima volta che ho preso un aereo avevo 21 anni. Me lo ricordo come se fosse adesso: Bruxelles Francoforte e poi Francoforte Monaco. Me lo hanno pagato, ero lì per lavoro, altrimenti avrei viaggiato sul mio solito (amato) treno. Quando è decollato ho avuto paura: ballava tutto. Poi però mi sono guardato intorno: gli altri continuavano tranquillamente a leggere il giornale. Allora ho abbassato la testa e ho continuato anche io, o almeno, ci ho provato…

    Da allora sono passati più di 20 anni e non so quanti voli. Agli aerei ho fatto l’abitudine, alle turbolenze anche (se non si balla troppo...) ma a viaggiare no, quello no! La curiosità, per fortuna, è rimasta intatta, è quella delle origini oltre ad essere diventata la molla principale che mi ha permesso di approcciare un mestiere affascinante: quello del reporter, del tv reporter, del documentarista. Fate un po’ voi…

    Ho passato gli ultimi dieci anni dello scorso millennio viaggiando, soprattutto in Africa, dove ho realizzato reportage per giornali (fra gli altri Panorama, Oasis e vari quotidiani), radio e documentari televisivi sulle popolazioni, le culture e le guerre che hanno sconvolto la vita del Continente. I filmati sono stati trasmessi, oltre che dalle tre reti Rai, da una ventina di emittenti tra cui National Geographic Channel, NHK, Televisione Svizzera Italiana, France 5.

    In qualità di coautore, ho pubblicato alcuni libri editi da Baldini & Castoldi, fra gli altri “No global”, “L’informazione deviata”, “La nuova colonizzazione”, “Debito da morire”, “Quel che resta del mondo”.

    Dal 1999 ho iniziato ad occuparmi di animali, prima per “Il regno degli animali”, poi per “Il Pianeta delle Meraviglie” quindi per “Timbuctu”. Nel frattempo ho collaborato con altre rubriche di RaiTre (Geo&Geo, Alle falde del Kilimangiaro, Trebisonda, È domenica papà). Per la tv dei ragazzi di RaiTre ho realizzato un episodio della serie “Animals in danger” coordinata da EBU (European Broadcasting Union) coprodotta da sette emittenti europee.

    Poi è arrivato “Nanuk, prove di avventura”. Insieme a Caterina Guzzanti ci siamo avventurati in Nuova Zelanda per lanciare una serie di documentari del National Geographic. Quindi, “Timbuctu, i viaggi di Davide”: gran parte dei documentari di natura e animali che ho realizzato per RaiTre, raccolti in trenta puntate.

    In occasione del 60° anniversario della Dichiarazione Universale dei diritti dell’Uomo ho lavorato ad una serie di documentari sui diritti umani. Fra i tanti, certamente vi è anche il diritto ad aspirare ad una vita migliore. È prima di tutto per questo che l’uomo emigra, viaggia, lascia la sua terra natale per andare alla ricerca di lavoro, relazioni, sicurezze. Nasce così il programma “Radici” per RaiTre. Le immigrate e gli immigrati che vivono in Italia ci portano alla scoperta del loro Paese, della loro famiglia, delle loro radici appunto.

     

    Photo©Alessandro_Rocca

    Rai.it

    Siti Rai online: 847